Comune Di Bertiolo


April 27, 2001

Comune di Bertiolo

Il Consiglio Comunale

Il Presidente dà lettura del seguente ordine del giorno:

Considerato che il genocidio è il più feroce e disumano fra i crimini in quanto tende all'eliminazione di tutto un popolo, della sua cultura e della sua storia;

Preso atto che lo sterminio del popolo armeno è stato riconosciuto come un genocidio dalla Sottocommissione dei Dritti dell'Uomo dell'ONU nel 1985, dal parlamento Europeo nel 1987, dalle risoluzioni di Parlamenti di numerosi paese e della Stessa Corte Marziale ottomana fin dal 1919;

Considerato che lo stesso Parlamento Europeo il 15 novembre 2000 ha approvato a larga maggioranza una risoluzione sulla relazione periodica 1999 della Commissione Europea sui progressi della Turchia verso l'adesione e che tale risoluzione affronta questioni che riguardano il popolo armeno in paragrafi signigicantivi, invitando al riconscimento del genocidio ai danni della minoranza armena commesso anteriormente allo stabilimento della moderna Repubblica turca;

Vista la risoluzione del parlamento italiano, sottoscritta e votata da rappresentanti in tutti i gruppi parlamentari, in data 17 novembre 2000;

Affermato che la Turchia, al fine di poter far parte dell'Unione Europea dovrà riconoscere la responsabilita per tale genocidio e che il riconoscimento del crimine commesso è ache nell'interesse del popolo turco, che potrà cosi liberasi si un immane peso morale;

riconosce

la necessità che l'opinione pubblica mondiale intervenga a favore del popolo armeno cosi come ha fatto verso l'olocausto del popolo ebraico;

cheide

che il Governo Italiano riconosca il genocido degli armeni sulla base delle risoluzioni già assunte dall'ONU, dal Parlamento Europeo, dal Congresso degli Stati Uniti d'America e dallo stesso Parlamento Italiano;

esprime

piena solidarietà al popolo armeno nella sua lotta per il riconoscimento della verita storica e per la difesa dei suoi diritti inviolabili;

auspica

che il Comune di Beritolo, nella futura scelta di nuovi toponimi ricordi il sacrificio di questo popolo a memoria della cittadinanza".

Il Cons. Vuaran Stefano auspica che non si verifichino altri genocidi.

Il Cons. Moja Giuliano afferma che è una iniziativa lodevole, che insegna a reispettare tutti in generale.

L'Ass. Matio Battistuta afferma che la deliberazione è simbolo per tutti gli avvenimento di tale genere.

Il presente ordine del giorno ottiene il voto favoravole di tutti i n. 13 Consiglieri presenti.

Il presidente dichiara che e approvato all'unanimita.